I Vini Abruzzesi

Il territorio delle Colline Teramane, che si estende al nord della regione, posto tra le altitudini del Gran Sasso e le coste dell’Adriatico, fa da cornice a uno stupefacente spettacolo di vigne curate alla stregua di meravigliosi giardini e da palcoscenico alla celebrazione di vini che in questi ultimi anni hanno raggiunto la notorietà e l’apprezzamento degli appassionati. In primis il Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane.
È un vino assolutamente straordinario, il risultato della grande passione e professionalità dei viticoltori locali ai quali vanno ampi e meritati riconoscimenti che il mondo amatoriale e quello commerciale gli attribuiscono sia in Italia che all’estero. In assoluto il primo vino rosso abruzzese a raggiungere questo importante traguardo.

In tutto il distretto delle Colline Teramane e cioè da Controguerra a Colonnella, da S. Omero a Ancarano, da Notaresco a Morro d’Oro e ad Atri, una particolare struttura del terreno e un favorevole microclima hanno favorito la produzione di questo vino dalle peculiari sensazioni organolettiche e che ben si adatta all’invecchiamento. È di colore rosso rubino intenso con lievi sfumature violacee, profumo caratteristico, etereo, intenso; il sapore è asciutto, pieno, robusto ma armonico e vellutato, i sentori sono quelli della frutta rossa matura e delle spezie. Grande vino che trova ideale abbinamento con carni rosse grigliate, sughi importanti e formaggi stagionati.

I Vitigni autoctoni teramani

Montepulciano d’Abruzzo
Il Montepulciano d’Abruzzo rosso è un vino DOC la cui produzione è consentita nelle province di Chieti, L’Aquila, Pescara e Teramo e proviene dal vitigno dal nome Montepulciano. Non è da confondere con il Vino Nobile di Montepulciano prodotto in Toscana e proveniente da un altro vitigno autoctono. Nel 2007 il Montepulciano d’Abruzzo è risultato essere il primo vino italiano (della categoria DOC) per produzione

Montonico
Il Montònico è un vino la cui produzione viene effettuata nei vigneti del territorio del comune di Bisenti e nell’agro della località Poggio delle Rose del comune di Cermignano, in provincia di Teramo..

Passerina
Il vitigno Passerina deriva il suo nome dalle piccole dimensioni degli acini e dal fatto che i passeri manifestano una particolare predilezione per le sue uve, caratterizzate da una polpa particolarmente gustosa.  E’ diffuso nelle Marche, in particolare nella zona del Piceno, in Abruzzo.

Pecorino
Il Pecorino è un’uva a bacca bianca originaria della valle del Tronto nella località di Arquata del Tronto. Vino a bassa gradazione alcolica, 9,7/9,9% Vol, dovuto a specifiche locali, il freddo invernale blocca la fermentazione che riprende in primavera, donando caratteristiche uniche al prodotto. Frizzante naturale è ancora coltivato con tecniche antiche, rispettose dell’ambiente e della salubrità delle viti stesse protette dallo statuto comunale del 1574.

Trebbiano d’Abruzzo
Appartenente alla grande famiglia dei Trebbiani, più vicino alla tipologia Biancame; presente quasi solo in Abruzzo. Il Trebbiano d’Abruzzo è un vino DOC la cui produzione è consentita nelle province di Chieti, L’Aquila, Pescara e Teramo.