Attività in Abruzzo

Sono tre i Parchi Nazionali delle montagne abruzzesi con 30 Riserve Naturali; sia in inverno che in estate offrono al turista numerose attività e attrazioni da visitare. Un terzo del territorio è tutelato da tre Parchi Nazionali, uno regionale e trenta Riserve Naturali che rappresentano una delle attrazioni più visitate dai turisti. In inverno i turisti tendono a fare riferimento alle località dotate di impianti sciistici, per praticare gli sport sulla neve ma l’ambiente offre altre attività come ad esempio escursioni (se il tempo permette),visita ai musei e parchi nazionali…; invece d’estate si possono svolgere attività all’aperto che collegano sport, natura, divertimento e scoperta come escursioni o a piedi con zaino in spalla o a cavallo, gita in mountain-bike e per gli amanti dello sport estremo la regione offre sport come parapendio e percorsi in kayak. L Abruzzo è noto in tutto il mondo per la sua natura come dimostrano i vari parchi e riserve e grazie alla valorizzazione di un patrimonio storico molto ampio anche l’aspetto storico ha trovato il suo sviluppo come testimoniano la nascita di piccoli e grandi musei, i restauri di chiese e castelli e la valorizzazione dei siti archeologici e degli eremi.
Invece lungo la costa si alternano fresche pinete e spiagge di sabbia dorata, scogliere, promontori, le Riserve Marine di Cerrano e PuntaAderci, le numerose località premiate con la “Bandiera Blu”, tutto questo è il mare d’Abruzzo. Questo quadro naturale è arricchito da un calendario estivo ricchissimo di eventi e manifestazioni locali (tra tutti il Carnevale estivo di Alba Adriatica), una vita notturna scintillante, porti turistici moderni ed attrezzati, una pista ciclabile che collega quasi senza interruzione tutti i centri balneari da Martinsicuro a Silvi Marina, un parco acquatico a Tortoreto Lido tra i più belli dell’Italia centrale, una ricca e genuina gastronomia, insomma la costa abruzzese ha molto da offrire ai turisti.

PEDALATE AL TRAMONTO SULLA STRADA DELLE PINCIAIE

Imperdibili paesaggi tra i campi circostanti, esplosione di colori , incessante cinguettare di varie specie di uccelli ed autentici sapori accompagneranno la tua pedalata sulla Via Delle Pinciaie, tra il torrente Vibrata ed il torrente Salinello, alla scoperta di tesori storici e naturali custoditi lungo un percorso suggestivo; incontrerai antiche vestigia della storia d’Abruzzo, come la millenaria chiesa di Santa Maria a Vico, un sito romano subito a ridosso della chiesa, espressioni della vita contadina, un antico Frantoio in pietra dove potrai assaggiare un ottimo extravergine, e quel che resta di almeno tre Pinciaie, antichissime case di contadini in argilla e paglia; ma non è tutto, pedalando potrai fermarti alla Cantina Valori per assaggiare vini di alta qualità.

PEDALANDO TRA ABRUZZO E MARCHE

Partenza all’alba in mountain bike da Anthos Casa Vacanze direzione Marche ma senza aver fatto una prima tappa a Civitella del Tronto, il tempo di un giro in Fortezza e poi di nuovo in sella verso Castel Trosino appena fuori Ascoli, antico borgo arroccato sulla cima di una montagna, qui la natura è bellissima con un fiume che scorre sotto dove potrò camminare o remare in una calda giornata estiva. Proseguo verso Piazza del Popolo ad Ascoli Piceno e mi fermo al Caffè Meletti dove Silvio Meletti nel 1870 ha fatto il suo liquore. Impossibile non berne un sorso con una porzione di olive ascolane; servirà a darmi una carica di energia per fare la salita verso la via del ritorno a Sant’Omero.